Le assicurazioni oggi stanno vivendo un paradosso, sottolinea nell'intervista, Isabella Fumagalli, amministratrice delegata, della compagnia assicurativa del gruppo BNP Paribas.

Storicamente non sono mai state particolarmente tech, mentre attualmente sono tra le industrie più coinvolte dallo sviluppo tecnologico, e potenzialmente sono tra le più favorite nel poter riuscire ad offrire un dialogo nuovo, molto più agile, al suo cliente finale. Secondo la Fumagalli, ogni compagnia, oggi, a prescindere dal suo passato, può rinascere come compagnia digitale.

Molto interessante anche la parte del video in cui descrive la "innovation room" creata in azienda,  per creare circolazione di idee nuove coinvolgendo gli stessi dipendenti e aprendosi alle idee che errivano da fuori, tramite la collaborazione con le Università ma sopratturo con il coinvolgimento di start up selezionate attraverso il proprio canale call4ideas.

clicca qui per il video 

 

Il consulente assicurativo convinto di poter continuare a fare il proprio lavoro come ha sempre fatto, sbaglia!

Ma è nel torto anche chi pensa che il consulente assicurativo è destinato ad estinguersi.

Tutti ci stiamo abituando ad avere una relazione sempre più profonda e più frequente con chi ci sta fornendo o potrebbe fornirci un servizio. Per questo motivo cerchiamo, nei modi che ci sono più congeniali, un contatto. Lo facciamo attraverso un sito web, un App, la pagina facebook, una telefonata o fissiamo un appuntamento con una persona in carne ed ossa.

L'utilizzo di varie modalità di contatto, a seconda delle esigenze o del momento in cui lo cerchiamo, rende il nostro comportamento multicanale.

Abbiamo molteplici relazioni, usufruiamo di tanti servizi, prodotti e siamo diventati tutti più “esigenti”: vogliamo poter disporre di quanto desideriamo in qualunque momento, in modo facile e veloce. 

Ed è per questo che così come è accaduto già in altri settori, anche per quello assicurativo, diventa importante e urgente riuscire ad dare risposte adeguate.

Si sta iniziando  a parlare di assicurazioni on demand, di smart contracts applicati alle polizze viaggio, ci sono hotel e ristoranti robotizzati ed ecco che fa capolino la prima agenzia assicurativa con il suo robot Roberto Siber, palestrato, calvo e con gli occhi blù, e così via.

Insomma tutto intorno a noi è in fermento e cambia velocemente, sempre con l'intento di essere più adeguati a quanto le persone desiderano. Eppure i più, tra i consulenti assicurativi, si lamentano perchè le polizze on line prendono piede, piuttosto che chiedersi come i propri clienti o potenziali tali stanno cambiando, cosa desiderano, quali timori hanno per il proprio futuro. 

In Struttura, abbiamo iniziato un percorso, che si ispira a valori in cui crediamo: il saper ascoltare, fare cultura e guidare.

Un piccolo esempio è questo blog e l'aver attivato pagine sui social più diffusi: facebook, twitter, linkedin e google+. Il tutto allo scopo di accogliere domande, suggerimenti, dare informazioni utili e per questo non necessariamente legate a nostre specifiche polizze. Crediamo che ognuno abbia il diritto di guardare al proprio futuro con tutta la serenità possibile ed è questo che ispira ogni nostra azione quotidiana.

Credete che possa esservi utile?