Mercoledì, 18 Maggio 2016 15:08

TFR meglio lasciarlo in azienda?

Scritto da Struttura Assicurazioni Allianz
Vota questo articolo
(2 Voti)

Una cosa certa è che le pensioni saranno nettamente inferiori all’ultima retribuzione percepita.

Pertanto al lavoratore dipendende spetta decidere come comportarsi. Il Decreto Legislativo n.252 del 2005 stabilisce la strada percorribile, istituendo la previdenza complementare e indica quali sono le modalità per costruirsi concretamente una pensione, che quando sarà il momento, si andrà ad aggiungere a quella obbligatoria.

Nell'allegato (link in basso) viene approfondito il caso di un lavoratore dipendente privato, mettendo a confronto la scelta di lasciare il TFR in azienda, con quella di farlo confluire in un fondo pensione o in un piano pensionistico individuale (PIP).

Gli aspetti analizzati riguardano i casi di anticipazioni, i rendimenti ottenibili, le detrazioni fiscali che spettano e cosa accade in caso di disoccupazione e mobilità.

Buona lettura!

Letto 852 volte

Articoli correlati (da tag)

Altro in questa categoria: Ultimissime sul TFR: conversiamo? »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.