Prima di Friuli e Veneto, in vetta alla classifica, c’è la nostra bella Sardegna!! Ben il 72,5% delle famiglie sarde ha almeno un cane o un gatto!

Non ci sono fonti ufficiali, tuttavia siamo pronti a scommettere che il nomignolo più diffuso tra i felini sia “Mussi”! 

Altra notizia a tema tutta sarda è che a Carbonia, ad inizio anno, è stato inaugurato il primo ambulatorio gratuito h24 per cani e gatti, mentre già da tempo, in provincia di Oristano, esiste una spiaggia tutta dedicata ai gatti: “Su Pallosu”, che è anche il più piccolo borgo marino d’Italia, con appena 40 case di cui solo 4 abitate tutto l’anno.

Questi “cuccioli” e gattini di casa ci fanno compagnia, li consideriamo di “famiglia”, crescendo scopriamo sempre più di loro, piccoli dispetti o atteggiamenti goffi ci fanno sorridere, ma non sempre è così.

Abbiamo fatto un sondaggio chiedendo: “ quale è il guaio più grosso che ha combinato il tuo cane o gatto?” Ecco i risultati!

La 5^ posizione è occupata dalla distruzione di oggetti. La situazione più segnalata è stata quella di borse distrutte dal “cucciolo” di casa, in preda, forse, agli stessi doloretti che accusano i bimbi quando iniziano a spuntare i primi dentini! Immenso dispiacere per i padroni di casa ma, per completezza di informazione, dobbiamo anche scrivere che c’è chi ci ha parlato più che di dispiacere di “immenso piacere quando la vittima è stata la tipa antipatica seduta al tavolino accanto al bar” (testuali parole!). In quattro casi si è stati costretti a risarcire oltre 450 euro! In qualche occasione, con estremo imbarazzo non si è provveduto a risarcire, anche se si avrebbe voluto, perché proprio non si era nelle condizioni di poterlo fare..

Un po’ più grave e sorprendentemente diffuso, e pertanto merita il 4° posto, la pelliccia della suocera o della mamma, strapazzata e non solo.. dai “gattini” di casa. C’è chi ha dichiarato che ha dovuto ricomprarla!

Al 3° posto, a pari merito, i due “buchini” impressi nel polpaccio del corridore o del ciclista avventore passato malauguratamente vicino il cancello di casa “dimenticato” aperto e il dente rotto del figlio del vicino caduto dalla bici perché il proprio cane se ne era follemente innamorato e voleva baciarlo a tutti i costi. Purtroppo il dentino non era uno da latte.. Rotture di denti e di occhiali sono i danni frequentemente provocati e sempre rimborsati.

C’è poco da scherzare, però, rispetto al 2° e al 1° posto.
C’è chi ci ha segnalato la frattura del femore di una passante anziana salutata con enfasi dal proprio “cagnone” e chi ci ha raccontato di un incidente d’auto provocato dal proprio cane sfuggito alla presa del guinzaglio mentre si stava passeggiando in città. Il danno risarcito è stato di migliaia di euro.

Avere per casa un gattino o un cane che ci fa le feste quando rientriamo a casa, certo, non ha prezzo!

Moglie, marito, figli, cane e gatto sono tutti insieme la nostra famiglia. Agli adulti di casa spetta il compito di prendersi cura dei più piccoli, cane e gatto compresi, così come di farsi carico di tutta una serie di responsabilità. Può capitare tanto a nostro figlio o al nostro cane, per esempio, di danneggiare cose o persone. Ma perché rischiare di ritrovarsi in difficoltà se questo dovesse accadere? Per togliersi questo pensiero e restare sereni troveresti opportuno investire circa 7 euro al mese?

Il gioco vale la candela? 

Per info contattaci su facebook

 

 

Pubblicato in Approfondimenti

Forse la risposta è si, altrimenti come si spiegherebbe perche l’associazione degli assicuratori britannici ha stipulato linee guida per i clienti che hanno scaricato l’app?

Consigliano di non giocare mentre si sta guidando e di stare attenti, perché avere tra le mani il proprio smartphone aumenta il rischio di furto! 

Per capire cosa sta accadendo, abbiamo cercato sul web fatti di cronaca legati a PokèmonGo ed ecco cosa abbiamo trovato.

Nel Missouri (USA) sono state arrestate 4 persone che avevano attratto a se e derubato dei loro smartphone ignari giocatori accorsi in un Pokè Stop: una fermata che corrisponde ad un luogo di interesse della città in cui ci si trova e in cui i giocatori si recano per reperire oggetti utili per la cattura dei pokèmon o per la loro cura come pozioni, pokèball e bacche.
In Bosnia, i giocatori rischiano di avventurarsi in sentieri ancora minati dopo la guerra. In Florida, un uomo ha sparato all’auto di due ragazzi che cacciavano Pokémon nel suo giardino, scambiandoli per ladri. Si stanno rapidamente moltiplicando gli incidenti d’auto causati da guidatori distratti dal gioco, o da chi incautamente ha attraversato senza alzare gli occhi dal telefono. Ad Auburn, New York, infatti, un ragazzo si è schiantato contro un albero; un altro ha persino tamponato un’auto della polizia, mentre a Belfast, un giocatore ha scavalcato il guard-rail per catturare un Pokémon direttamente in autostrada.

La settimana scorsa, appena finita la seduta di allenamento, Krajnc e Pajac, difensore e centrocampista del Cagliari, sono usciti dallo spogliatoio con gli occhi puntati sul telefonino, tanto che il primo ha persino rischiato di inciampare su un borsone tanto era preso dalla cattura dei Pokèmon.

Telefono Azzurro lancia un allarme: siccome per incontrare altri allenatori i ragazzini devono trovarsi in luoghi stabiliti e spesso isolati, c’è il rischio che ad attenderli ci siano dei malintenzionati.

Visto che c’è chi è stato derubato, chi ha centrato un albero, chi ha attraversato incautamente la strada e scavalcato un guard-rail, chi è inciampato, faresti bene a chiederti se qualcuno nella tua famiglia ha scaricato PokèmonGo sullo smartphone e se la risposta è positiva allora ti consigliamo due cose: di sensibilizzare ai possibili rischi il “giocatore di casa” e ovviamente di valutare una polizza infortuni e di responsabilità civile! :-P

Dalle tue parti cosa sta accadendo?? li sai riconoscere i giocatori di PokemonGo?? Da cosa? :-)

 

Pubblicato in Approfondimenti

qual è la regione italiana con la più alta percentuale di famiglie con almeno un cane o un gatto?

Prima di Friuli e Veneto, in vetta alla classifica, c’è la nostra bella Sardegna! Ben il 72,5% delle famiglie sarde ha almeno un cane o un gatto! Non ci sono fonti ufficiali, tuttavia siamo pronti a scommettere che il nomignolo più diffuso tra i felini sia “Mussi”! 

Vista questa buona e diffusa abitudine, a Carbonia, ad inizio anno, è stato inaugurato il primo ambulatorio gratuito h24 per cani e gatti, mentre già da tempo, in provincia di Oristano, esiste una spiaggia tutta dedicata ai gatti: “Su Pallosu”, che è anche il più piccolo borgo marino d’Italia, con appena 40 case di cui solo 4 abitate tutto l’anno.

Questi “cuccioli” e gattini di casa ci fanno compagnia, li consideriamo di “famiglia” e ci ricambiano con certi “occhioni”. Man mano che crescono scopriamo sempre più di loro, piccoli dispetti o atteggiamenti goffi ci fanno il più delle volte sorridere, ma non sempre è così.

Abbiamo fatto un sondaggio chiedendo: “ quale è il guaio più grosso che ha combinato il tuo cane o gatto?” Ecco i risultati.

La 5^ posizione è occupata dalla distruzione di oggetti. La situazione più segnalata è stata quella di borse distrutte dal “cucciolo” di casa, in preda, forse, agli stessi doloretti che accusano i bimbi quando iniziano a spuntare i primi dentini! Immenso dispiacere per i padroni di casa ma, per completezza di informazione, dobbiamo anche scrivere che c’è chi ci ha parlato più che di dispiacere di “immenso piacere quando la vittima è stata la tipa antipatica seduta al tavolino accanto al bar” (testuali parole!). In quattro casi si è stati costretti a risarcire oltre 450 euro! In qualche occasione, con estremo imbarazzo non si è provveduto a risarcire, anche se si avrebbe voluto, perché proprio non si era nelle condizioni di poterlo fare..

Un po’ più grave e sorprendentemente diffuso, e pertanto merita il 4° posto, la pelliccia della suocera o della mamma, strapazzata e non solo.. dai “gattini” di casa. C’è chi ha dichiarato che ha dovuto ricomprarla!

Al 3° posto, a pari merito, i due “buchini” impressi nel polpaccio del corridore o del ciclista avventore passato malauguratamente vicino il cancello di casa “dimenticato” aperto e il dente rotto del figlio del vicino caduto dalla bici perché il proprio cane se ne era follemente innamorato e voleva baciarlo a tutti i costi. Purtroppo il dentino non era uno da latte.. Rotture di denti e di occhiali sono i danni frequentemente provocati e sempre rimborsati.

C’è poco da scherzare, però, rispetto al 2° e al 1° posto.
C’è chi ci ha segnalato la frattura del femore di una passante anziana salutata con enfasi dal proprio “cagnone” e chi ci ha raccontato di un incidente d’auto provocato dal proprio cane sfuggito alla presa del guinzaglio mentre si stava passeggiando in città. Il danno risarcito è stato di migliaia di euro.

Avere per casa un gattino o un cane che ci fa le feste quando rientriamo a casa, certo, non ha prezzo!

Moglie, marito, figli, cane e gatto sono tutti insieme la nostra famiglia. Agli adulti di casa spetta il compito di prendersi cura dei più piccoli, cane e gatto compresi, così come di farsi carico di tutta una serie di responsabilità. Può capitare tanto a nostro figlio o al nostro cane, per esempio, di danneggiare cose o persone. Ma perché rischiare di ritrovarsi in difficoltà se questo dovesse accadere? Per togliersi questo pensiero e restare sereni troveresti opportuno investire circa 7 euro al mese?

Il gioco vale la candela? Pensaci e scrivici cosa ne pensi.

 

 

Pubblicato in Cosa significa